Che cos’è il vamping?

Il vamping è un fenomeno per cui i teenager rimangono svegli o si svegliano di notte per inviare o rispondere ai messaggi, pubblicare foto oppure commenti sui social network. Ciò avviene poiché per i ragazzi è molto importante relazionarsi con gli amici, esprimersi e comunicare, condividere tutto quello che fanno e gli capita. I dati emersi dalla ricerca di Telefono Azzurro e Doxa Kids del 2016 evidenziano che il 21% si sveglia durante la notte per controllare i messaggi arrivati sul proprio smartphone, un fenomeno particolarmente diffuso tra i 14-15enni (il 26,4%).

Quali sono le possibili conseguenze?

Il vamping influenza in maniera negativa la qualità e la quantità del sonno. Le conseguenze sono nocive per l’organismo perché ciò interferisce nelle attività quotidiane dei ragazzi: comporta difficoltà di concentrazione e di attenzione, che gravano sul rendimento scolastico, e favorisce l’insorgenza di stati ansiosi, influendo sull’umore e sugli impulsi, con manifestazioni di aggressività, comportamenti antisociali e predisposizione all’uso di sostanze.
La vita piena di impegni (scuola, sport, attività extra curriculari), inoltre, rende più difficoltosa la socializzazione e i ragazzi provano a colmare ciò durante la notte.